E-commerce | PRINGO
Marketing, Prodotti e Servizi

E-commerce: una soluzione alla crisi Italiana

Il lockdown ha portato l’Italia ad un’inaspettato sviluppo nell’ambito degli acquisti online. Infatti, la crescita che l’Osservatorio B2c del Politecnico di Milano registra in questi ultimi due anni è del 26%, per un totale di 18.035€ nel 2019 e 22.696€ nel 2020, con dati ancora in forte crescita.
I prodotti più acquistati dagli italiani online risultano essere soprattutto i beni e i prodotti fisici, sfiorando anche i 24 miliardi di euro spesi, cifra mai registrata prima. Di contro però è stato registrato nel mercato un calo del 47% circa sugli acquisti di servizi online legati al turismo, ai servizi finanziari e di assicurazione.
Ma nello specifico quali sono gli acquisti più fatti in Italia?
Al primo posto abbiamo il mercato del food dove la crescita registrata è del 70% in più rispetto all’anno scorso. Al secondo posto ci sono i prodotti di elettronica, fondamentali per lo svolgimento dello smart working e per la DAD (Didattica A Distanza) con un incremento del 20%. Al terzo posto vi è l’abbigliamento che segnala una crescita di 3.9 miliardi di euro, 22% in più rispetto all’anno precedente. A seguire sono stati registrati dei miglioramenti anche nel settore editoriale, di arredamento e home living.
Eppure questo servizio non si ferma qui, grazie all’utilizzo della rete infatti è possibile espandersi e tornare a concorrere in gran parte dei settori con i propri competitor, evitando così una chiusura quasi imposta dall’attuale pandemia.

 

“Lato offerta, lo sforzo encomiabile messo in campo da diversi attori non verrà vanificato: a crisi finita rimarranno gli investimenti in tecnologia, l’ottimizzazione dei processi per gestire al meglio non solo quella domanda ‘straordinaria’, ma anche un futuro in cui il digitale sarà sempre più fondamentale”.
Valentina Pontiggia, Direttore dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – Politecnico di Milano

 

Dati acquisti degli Italiano nel 2020

Fonte: Osservatorio eCommerce B2C

 

“Durante l’emergenza, sono tante le domande che ci siamo posti sugli effetti e sulle mutazioni che stanno interessando il mondo del commercio.
Tra le poche certezze, ci sono la vicinanza che i canali online e fisico stanno dimostrando con forza e il ruolo indispensabile che l’eCommerce sta svolgendo per la ripresa del commercio e dei consumi, certificati dai continui investimenti in atto per potenziare il canale digitale (tramite sito proprio, aggregatori, marketplace) o per favorire modalità di vendita fondate sull’integrazione tra esperienze online e offline (come click&collect, drive&collect, allestimento degli ordini online in store). L’eCommerce, dopo essere stato per anni un canale secondario, ha acquisito oggi un ruolo determinante nella riprogettazione delle strategie di vendita e di interazione con i consumatori”.

Riccardo Mangiaracina, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – Politecnico di Milano

 


Fonti:

La Repubblica

This Marketers Life

Inside Marketing

 

Immagini:

Unsplash

Inside Marketing