Tecnologia

Maker Faire Rome 2018: fiera dell’innovazione e tecnologia

Torna nella sua 6a edizione Maker Faire Rome – The European Edition, la fiera della creatività e della manifattura digitale promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua azienda speciale Innova Camera, che punta a mettere la Capitale al centro del dibattito sull’innovazione. È un evento che porta scienza, fantascienza, tecnologia, divertimento e business alla portata di tutti, in cui maker e appassionati si incontrano per presentare i propri progetti e condividere le proprie conoscenze e scoperte. Per il secondo anno consecutivo Maker Faire Rome 2018 si svolgerà presso i sette padiglioni della Fiera di Roma dal 12 al 14 ottobre.

Cos’è Maker Faire

Per Maker Faire si intendono fiere espositive annuali di argomento tecnologico; la prima si tenne nel 2006 a San Mateo, in California, appena un anno dopo la pubblicazione del primo numero di “Make: Magazine“, la rivista di riferimento per tutti i makers. La fiera più grande dopo quella americana, è proprio Maker Faire Rome – The European Edition 4.0, che solo nell’edizione del 2017 ha registrato oltre 100mila presenze.

Maker Faire è un luogo di «incontro, confronto, formazione, divertimento e interazione», una manifestazione dà spazio e visibilità agli appassionati di tecnologia e cultura “fai-da-te”, artigiani digitali, studenti, hobbisti, artisti ed imprenditori che mostrano le loro creazioni e condividono le loro esperienze ed abilità tecniche e progettuali con il pubblico che a sua volta potrà scoprire, inventare, creare e percepire come sarà il futuro che ci aspetta.

Tutti sono maker e hanno qualcosa da condividere.

Maker Faire Roma 2018

Nei tre giorni di evento verranno sviluppati numerosi temi, che spaziano dall’intelligenza artificiale alla manifattura digitale, dalla realtà virtuale e aumentata alla salute e benessere dall’open source al design; l’argomento principale dell’anno tuttavia è l’economia circolare, a cui è stato dedicato un intero padiglione suddiviso in aree tematiche:

  • Area informativa, educational e workshop
  • Area giochi e video
  • Pulizia e igiene, cura personale e cosmetica
  • Prodotti tessili, abbigliamento e sport, giocattoli
  • Imballaggi per alimenti, prodotti monouso per catering ed eventi
  • Biocarburanti e bioenergia
  • Biorisanamento ambientale e sensori biologici
  • Edilizia, costruzioni e restauro; pitture, decorazioni e mobili
  • Agricoltura, food e nutraceutica
  • Il mare (come risorsa da proteggere e valorizzare)

L’economia circolare è un sistema a spreco zero pianificato per riutilizzare i flussi di materiali di scarto e ridurre al massimo gli sprechi. La Ellen MacArthur Foundation – fondazione americana con l’obiettivo di «sostenere le persone creative e le istituzioni impegnate a costruire un mondo più giusto, verde, e pacifico» definisce flussi di materiali in due tipi: 1. quelli biologici, in grado di essere reintegrati nella biosfera e 2. quelli tecnici, destinati ad essere rivalorizzati (riuso, riciclo etc.).
Nel padiglione, quindi, verranno presentati i percorsi intrapresi da agenzie e start-up che hanno adottato un nuova visione dell’ economia e nuovi processi di produzione: virtuosi, poco impattanti, equi e ad alto valore sociale e territoriale.

Anteprima del programma Maker Faire Rome 2018

Fonti:

Maker Faire Rome 2018

Maker Faire Rome -The European Edition

Wikipedia

BreakingTech

Webnews

Ruralhack